Paesi Bassi 2018: Otto buoni motivi per visitarli

Scritto da Maurizia Ghisoni | gennaio 15, 2018 0

copia-di-12-stadhuis-raadhuisplein-leeuwarden
Ci sono almeno 8 buoni motivi per visitare i Paesi Bassi in questo 2018.

Scopriamoli insieme !

1    Sulle orme di Mata Hari

A un paio d’ore a nord di Amsterdam, fuori dalle rotte usuali, c’è Leeuwarden, capoluogo della Frisia, designata Città Europea della Cultura nel 2018. Il suo centro storico è vivace e vale bene una visita. Tra edifici medievali e botteghe storiche troviamo De Oldehove, “la torre di Pisa” olandese, pendente ancor più di quella italiana ma meno alta. Salite sulle sue scale storte e godetevi il panorama dei canali dall’ alto.

Da visitare anche il Fries Museum con mostre di Alma-Tadema, il pittore olandese che nei suoi quadri raffigurò la Roma imperiale e del grafico Escher, nato in questa città e autore di incisioni su legno e litografie dalle geometrie impossibili. E c’è anche una mostra sulla concittadina più famosa di Leewarden, la mitica spia-ballerina Mata Hari.

copia-di-97-praamvaren-leeuwarden

Non mancano infine gli eventi sportivi: parte da qui la gara di pattinaggio più grande e più lunga al mondo ( 200 km), l’Elfstedentocht, che significa in frisone “tour delle undici città”. La gara di velocità si svolge su canali, fiumi e laghi ghiacciati toccando le undici città storiche della Frisia per poi ritornare a Leeuwarden. Non può mancare infine un giro sulle coste: il Mar Frisone Occidentale è Patrimonio Mondiale Unesco, ilcui tratto costiero è il più grande sistema di litorali e pianure fangose formate dalle maree.

2    A tutto gusto

001-by-jarmusch-dscf2539-titiahahne

La regione del Brabante Settentrionale è sempre stato territorio dalla forte vocazione agricola che, nel tempo, si è saputo reinventare coniugando tradizione e sperimentazione gastronomica. Solo qui, si contano almeno 10 ristoranti stellati. Per tutto il 2018, è stata designata regione gastronomica europea per la sua cucina saporita, semplice e attenta ai prodotti locali. Le 5 città principali della regione ospiteranno eventi e festival a tema culinario.

 3     Un salto nel verde

Nimega, la città più antica dei Paesi Bassi sarà insignita dell’importante titolo di Capitale Europea Green 2018. È la prima volta per questa città che, negli ultimi anni, si è contraddistinta per campagne di sensibilizzazione green e sostenibilità ambientale. Una di queste, la Green Connects, ha come obiettivo la partecipazione sempre più attiva di cittadini e imprese nello sviluppo di infrastrutture e progetti di bio-diversità. Gli abitanti sono infatti considerati imprenditori e le istituzioni culturali parte integrante del miglioramento ambientale.

4    Buon compleanno, Scheveningen

scheveningen-high_cmyk_9965

In questo 2018, Scheveningen, ex villaggio di pescatori nonché spiaggia de L’Aia, compie 200 anni e va orgogliosa della sua forte connotazione turistica, con tanti eventi in programma, dal traguardo della Volvo Ocean Race, gara di barche a vela che si terrà dal 23 giugno al 1 luglio, al Campionato Mondiale di Sculture di Sabbia, dal 19 maggio alla fine di agosto. Allora…tutti a mare!

5    I 100 anni della diga Afsluitdijk

Un’imponente opera di ingegneria idraulica, che separa l’insenatura dello Zuiderzee dal Mare del Nord, trasformandolo in un lago d’acqua dolce, lo IJsselmeer. La diga, lunga 32 km, funge anche da autostrada. Per questo importante anniversario sono in allestimento, lungo il tragitto, centri espositivi e panoramici, e installazioni artistiche come il “Gates of Light”, un impianto di luci futuristico che la illumina al passaggio dei veicoli senza l’utilizzo di energia elettrica.

6    Rotta per Rotterdam

foodstrip-rotterdam-1

Non può mancare nel nostro tour anche un giro per Rotterdam, dove, in pieno centro, sarà inaugurata la prima fattoria galleggiante sul fiume Mosa. Con 60 mucche, che forniranno 1.500 litri di latte al giorno, il complesso si candida ad essere un progetto di sostenibilità alternativa, con lo scopo di avvicinare gli abitanti a una sempre maggiore attività di produzione agricola e di lavorazione dei prodotti freschi. Ma in cantiere, ci sono anche una serra e una fattoria avicola anch’ esse galleggianti. Cambiamo rotta e da un complesso rurale ci spostiamo nell’ Industriegebouw, l’edificio dell’industria, costruito dopo la Seconda Guerra Mondiale, che di recente è stato restaurato e riportato al suo originale splendore: ospita studi di architettura e design, e molti ristoranti alla moda.

7    Il più grande parcheggio di biciclette nel mondo

Utrecht sta per diventare la città più  bike-friendly del mondo grazie a un progetto di ingrandimento del parcheggio sotto la sua Stazione Centrale. I posti che, nel 2017, erano circa 6.000, nel 2018 passeranno a 13.500 e nell’area, sarà disponibile anche un servizio di riparazione e noleggio delle due ruote. Il comune incentiva sempre di più l’uso delle bici, rendendo accessibili molte aree urbane. Un esempio da imitare!

8    Blu Porcellana

royal-delft2

Di motivi ce ne sarebbero ancora tanti ma, come promesso, vi consigliamo l’ottavo e ultimo. Una visita a Delft, città tra L’Aia e Rotterdam, rinomata per la produzione di porcellana finissima dal caratteristico colore blu. Da visitare il museo-fabbrica  Royal Delft, dove potrete apprendere la storia di questi bellissimi ed eleganti pezzi artigianali, osservare dal vivo i decoratori, cimentarvi voi stessi nella pittura e cedere alla tentazione di acquistarne almeno un esemplare.

Info:  www.holland.com  

                                                                                                                                                        Pupi Paris

 

 

 

 

 

 

 

POST SUCCESSIVO Romagna d'inverno
POST PRECEDENTE La Parigi del 18° Arrondissement