Formaggi di capra, che bontà !

Scritto da Maurizia Ghisoni | luglio 10, 2015 0

FMES 006

Freschi, stagionati o erborinati, i formaggi di capra sono una delle tante bontà della gastronomia italiana. Amici della salute, ottimi compagni di un pasto saporito ma leggero (quasi una manna, in giornate torride come queste), i caprini sono espressione di una nicchia produttiva artigianale che, a fronte di limitate quantità di materia prima (il latte), riesce a raggiungere livelli qualitativi d’eccellenza.

FMES 010

Le capre, si sa, sono animali forti e selvatici, sanno adattarsi ai climi e agli ambienti più disparati, imponendo però agli allevatori ritmi produttivi che non si conciliano con le regole dell’allevamento intensivo.

Rispetto ai formaggi di mucca, quelli di capra presentano maggiore leggerezza e digeribilità, perché il latte di cui sono fatti è più bianco, più fine e aromatico di quello vaccino. Il suo aspetto total white è dovuto all’assenza di carotene, e la maggior leggerezza si deve al fatto che i globuli di grasso sono piccolissimi, particolare che conferisce una marcata finezza di struttura.

Val di Fiemme 9613 Cavalese assaggini prima desmontegada de le caore_1

Nonostante la confusione legislativa vigente in Italia, che consente, ahinoi!, di chiamare “caprini” anche formaggi prodotti con latte di mucca, la famiglia dei formaggi di capra è ricca e variegata, e molte regioni vantano prodotti unici e meravigliosi: dalla Robiola di Roccaverano, in Piemonte, al Fatulì della Val Camonica, in Lombardia; dal Caprino di Cavalese, in Val di Fiemme (Trentino), dove Alberto ha scattato queste foto splendide, proprio in occasione di una grande transumanza di capre, al Cacioricotta del Cilento, in Campania, fino al Casieddu di Moliterno, in Basilica, passando per il Frue della Sardegna o dai Ficu e Tuma dell’area agrigentina, in Sicilia.

Fiemme ES 0471

Un tripudio di profumi, sapori e sentori, che rimandano a pratiche e saperi antichi che, a loro volta, testimoniano un rapporto forte e saldo con il territorio.

In base al periodo di maturazione, i caprini si distinguono in freschi, dalla pasta morbidissima e spalmabile, e stagionati, la cui pasta, pur consistente, mantiene un buon grado di elasticità e sa fondere gradevolmente in bocca.

16968 cut Cavalese Palazzo Magnifica Comunita assaggini per desmontegada_1

Categoria a parte, ma con un buon numero di estimatori, sono gli erborinati di capra, caratterizzati da un diffuso ma equilibrato sviluppo interno delle muffe, tale da non sopraffare il sapore della pasta.

Presso il Caseificio Sociale Val di Fiemme, in Trentino, abbiamo avuto l’opportunità di seguire il processo di lavorazione del formaggio di capra, che richiede ingredienti semplicissimi: latte, caglio e sale.

Fiemme Valley, Trentino, Trentino Alto Adige, Italy, Italy

Fiore all’occhiello è il Caprino di Cavalese, fatto esclusivamente con latte crudo di capra trasformato entro 24 ore dalla mungitura. Non essendo previsto alcun processo di pastorizzazione, questo formaggio conserva tutti gli aromi dei pascoli. Il caglio si aggiunge quando il latte raggiunge la temperatura di 38 gradi, il tutto viene poi messo a gocciolare in stampi di plastica.

Fiemme Valley, Trentino, Trentino Alto Adige, Italy, Italy

Dopo 24 ore passate in salamoia le forme passano dai due ai quattro mesi nei locali d’invecchiamento. Durante questo periodo, una volta la settimana, il formaggio è sottoposto a bagni in acqua salata, che ne accrescono il gusto e conferiscono alla crosta il caratteristico colore ambrato. La pasta biancastra e compatta, presenta occhiature piccole e rade.

Fiemme inv 0922

Soprattutto se stagionato a lungo, il Caprino di Cavalese è consigliato a chi ama i sapori intesi di capra ed è meraviglioso col miele e con le mostarde di frutta. Dalla primavera alla fine dell’estate il caseificio produce anche una delicata caciotta morbida da gustare con verdure fresca o una fetta di pane fragrante.

Link correlati:   Speciale Transumanze, Val di Fiemme, Desmontegada de le Caore

POST SUCCESSIVO Isole Faroe (Danimarca), un tuffo nella natura
POST PRECEDENTE Basso Piemonte, paradiso per famiglie .