Booking Online, un Clic e si parte !

Scritto da Maurizia Ghisoni | febbraio 2, 2017 0

TR 003

Hanno siti che sembrano tabelloni di un aeroporto, con destinazioni, orari, compagnie, numero voli in costante aggiornamento. Piattaforme colorate in perenne mutazione, dove, di tanto in tanto, fanno capolino scorci di capitali europee, paesi esotici,  hotel,  veicoli pronti per il noleggio, navi da crociera, pacchetti last minute e low cost e via discorrendo, con corredo di news e consigli su cosa fare e vedere una volta a destinazione.

Sono i portali di prenotazione online, piattaforme virtuali e virtuose, che in questi anni hanno contribuito a cambiare radicalmente il modo di scegliere e organizzare viaggi e vacanze. Insieme ad altre realtà di settore (siti turistici, agenzie web, riviste online…) sono protagonisti di una vera e propria rivoluzione silenziosa del costume e della mentalità di chi viaggia, come attesta anche una famosa ricerca di mercato commissionata da Google che, su un campione di tremila internauti intervistati, ha messo in luce che un buon 76% utilizza la rete per organizzare viaggi e vacanze.

Costa Rica 002

Portali di booking, come Expedia, Govolo, Trivago, Hotels.com, eDreams …, per citarne solo alcuni, si sono infatti rivelati strumenti estremamente versatili, convenienti e funzionali, offrendo un ampio ventaglio di proposte turistiche al miglior prezzo di mercato, con contorno di informazioni e news, spazi per recensioni da parte dei viaggiatori e molto altro.

Il tutto in una veste semplice ed essenziale, da borsino dei viaggi. Una veste in alcuni casi spartana, che consente una consultazione agile e veloce, con poche caselle da compilare e un’ ampia vetrina di offerte, inclusi pacchetti last minute e low cost.  Alcuni di questi portali, come per es. Trivago, che consente di prenotare una stanza o un alloggio al miglior prezzo in base al periodo, o Volagratis, campione del low cost, sono piattaforme che aggregano schede descrittive tratte da altri portali, come per es. Venere o Booking.com, ottimizzando il mercato in rete.

COS Turchia 015

In diversi di questi siti è inoltre specificato che su quasi tutte le prenotazioni non si applicano penali in caso di modifiche o cancellazioni, il che non toglie sia buona norma sottoscrivere sempre un’assicurazione (il costo è di poche decine di euro), che da’ diritto al rimborso delle quote, nel caso qualche imprevisto faccia saltare il viaggio o la vacanza.  Evenienza, questa, che può benissimo presentarsi soprattutto quando si prenota con ampio anticipo per  accaparrarsi le tariffe più convenienti.

Sono un’assidua frequentatrice di queste piattaforme di booking, sia quando viaggio per lavoro che per  piacere. Se devo spostarmi nel breve raggio (città d’arte, aree metropolitane…) mi piace spulciare tra le offerte dei portali di ospitalità come Hotels.com, Booking, Trivago. Se devo invece coprire rotte transcontinentali, mi affido ai pacchetti  volo + hotel di Expedia, all’ interno del quale trovo un’offerta amplissima di proposte e una buona corrispondenza tra quanto descritto nelle schede e la realtà dei fatti. Ma quel che di Expedia  apprezzo in modo particolare è l’efficienza e la puntualità degli operatori nell’ informarmi su eventuali spostamenti di orari, cambi di compagnia aerea o scali intermedi. Quando è poi capitato, organizzando una vacanza di piacere, che qualcuno della mia comitiva non potesse partire per sopravvenuti seri impedimenti, il portale è stato velocissimo nel rimborsare l’intera quota individuale.

A chi mi chiede consiglio sul se affidarsi o meno a queste piattaforme online, non ho certo esitazioni a dare risposta positiva. Tutti questi portali fanno risparmiare un sacco di tempo, consentono di fare tutto dalla propria scrivania, organizzare un viaggio o una vacanza secondo i propri desideri, viaggiare con buoni vettori, scegliere tra varie tipologie di alloggi e spuntare le tariffe più convenienti. Il che, certo, non è poco!

Expedia_fly

 Crediti fotografici : Alberto Campanile, Expedia.it 

POST SUCCESSIVO Rotterdam (Olanda) / A bordo del Tram della Zuppa
POST PRECEDENTE Ana Roš, la donna chef più brava del mondo