Aruba (Caraibi), metti un’isola a Capodanno !

Scritto da Maurizia Ghisoni | dicembre 16, 2016 0

beach_view

Se siete alla ricerca di un’isola un po’ speciale per vacanze di fine anno al caldo, su spiagge candide bagnate da acque turchesi, Aruba, nei Caraibi olandesi, può fare al caso vostro.

Raggiungerla per Capodanno è infatti un’ottima idea per tutti: famiglie con bambini, giovani alla ricerca di mare, sole e divertimento, coppie in fuga romantica. Sicura, facile da raggiungere (con KLM o American Airlines), ricca di resort e piccoli boutique hotel, piena di cose da fare sia di giorno che di sera, Aruba è un’autentica Happy Island, un’isola felice! Dal tramonto in poi, gli esercizi sulla spiaggia si trasformano in ristoranti e locali pied dans l’eau, dove si bevono ottimi cocktail, si cena e si balla fino a notte fonda.

Little Boy on the Beach

Le due spiagge più famose sono Palm Beach e Eagle Beach. Sulla prima, affacciano gli hotel più glamour, ristoranti, bar, negozi, centri per gli sport acquatici. La seconda è invece più tranquilla e defilata, ideale per chi vuole abbandonarsi al relax più totale. Riconosciuta come una delle più belle spiagge al mondo, Eagle Beach ospita anche gli alberi più fotografati dell’isola, i famosi Divi Divi. Ad Aruba è inoltre quasi d’obbligo una giornata di snorkeling, per esplorarne le acque di diamante e i fondali incontaminati.

Flamingoes on the Beach

Oranjestad è la capitale, una cittadina di 30.000 abitanti, annidata sul versante meridionale dell’isola, dal carattere tranquillo, ma vivace e colorata, con architetture piacevolissime che nascono dalla fusione tra lo stile olandese e quello spagnolo. Le case sfoggiano deliziosi toni pastello, giallo, rosa, azzurro e ospitano spesso piccoli musei, boutique e ristorantini, dove il pesce fresco è servito tutto il giorno.

Il Parco Airkok è una riserva naturale che ricopre il 18% dell’isola. All’interno si trovano siti storici, incredibili formazioni geologiche, una flora e una fauna decisamente varie. Il Parco, così come tutta la costa nord, può essere visitato con un’escursione organizzata da una delle numerose agenzie sull’isola o scoperto in autonomia, noleggiando un mezzo adeguato, come un quad o un fuoristrada.

Small Natural Bridge

La fortuna più grande di Aruba è quella di trovarsi fuori dalla rotta degli uragani, al sicuro da rischi di nubifragi e altre catastrofi naturali, visitabile quindi tutto l’anno. Vanta anche il maggior numero di giornate di sole di tutta l’area caraibica, e allo stesso tempo, è costantemente rinfrescata dai venti alisei, che soffiano praticamente tutti i giorni. La temperatura media si aggira attorno ai 28°, con picchi massimi nei mesi che vanno da maggio a ottobre e più bassi da dicembre a marzo.

 Link Utili   http://it.aruba.com

Interessanti anche le offerte voli di KLM     http://www.klm.com/travel/it_it/plan_and_book/special_offers/flight_offers/index.htm

 

 

 

 

POST SUCCESSIVO Lapponia svedese/Tra renne, Sami e aurore boreali
POST PRECEDENTE Ovest Americano, tour in motoslitta nella Real America