Alghero, riaperto il museo del Piccolo Principe

Scritto da Redazione | gennaio 27, 2021 0

copertina1

Il Piccolo Principe torna a farci sognare e riaccoglie i visitatori nel suo originalissimo museo nei pressi di Alghero.

Si, perché dopo la chiusura imposta dalle norme anti-Covid, il MaseMuseo dedicato ad Antoine De Saint-Exupéry, autore del fortunatissimo libro, ha riaperto i battenti dentro la Torre Nuova, nel Parco Naturale regionale di Porto Conte (Sardegna).

Al momento, la sua fruibilità è limitata, solo giovedì e venerdì dalle 10 alle 17, ma si tratta di un segnale incoraggiante, che lascia ben sperare per il futuro.

mase3

Il Mase rende omaggio alla vita e alle opere del famoso aviatore-scrittore, che ad Alghero trascorse l’ultima parte della sua vita, prima di inabissarsi con il suo velivolo nelle acque del Mediterraneo.

All’interno delle spesse mura della torre, si ripercorrono le tappe salienti della vita avventurosa di Antoine De Saint Exupéry, se ne scoprono le opere letterarie, prima fra tutte, il Piccolo Principe, racconto che, nel 2017, ha toccato il tetto delle oltre 300 traduzioni in tutto il mondo, e il suo specialissimo legame con Alghero, la Riviera del Corallo, l’area di Porto Conte e le comunità locali.

antoine scrittore (2)

Lo scrittore visse infatti nella Baia di Porto Conte dal maggio del 1944 al luglio dello stesso anno, in una villa posta su una lieve altura davanti alla Torre Nuova, dove, cullato dalle onde del mare, scrisse gran parte del romanzo “La Cittadella” e il suo ultimo testo dal titolo “Lettera a un americano“.

Nelle sale e nelle teche si possono inoltre ammirare tutte le prime edizioni dei suoi libri, installazioni a tema, opere d’arte, oggetti, cimeli e documenti d’epoca.

antoine 1 (2)

Il Mase è stato aperto per la prima volta al pubblico il 22 novembre 2019 e fin da subito si è posto come luogo di memoria viva ed emozionale.

All’interno del Parco Naturale regionale di Porto Conte resta inoltre fruibile l’area de Le Prigionette con l’apertura ai visitatori nei weekend, dalle 9 alle 17. Mentre le sale di Casa Gioiosa dedicate al Piccolo Principe con le opere del Maestro Pulli, le Aule didattiche e il museo della memoria “G Tomasiello” e Teleia verranno riaperti al pubblico prossimamente.

Principe-e-volpe (2)

Articoli correlati

Alghero, piccola Barcellona di Sardegna

POST SUCCESSIVO Firenze, cosa fare e cosa vedere nell'anno di Dante
POST PRECEDENTE Campania, riapre Parco Archeologico di Paestum e Velia